Un viaggio nel tempo tra futuro e passato

Visitare Il Cairo è un viaggio nel tempo, un tuffo nello sfarzo del passato in una città proiettata verso il futuro.

Ti bastano 48 ore: inizia la giornata con una colazione tradizionale a base di foul e felafel da acquistare presso uno dei molti banchetti frequentati da chi si appresta ad andare al lavoro.

Attraversa il ponte Qasr El-Nil sulla riva occidentale del Nilo, proprio di fronte alla famosa Piazza Tahrir, e raggiungi a piedi la torre del Cairo. Ti servono al massimo 5 minuti. Il panorama che si può godere dai telescopi della terrazza più elevata della torre spazia dalle piramidi, al suq, sino alla fortificazione medievale fatimide e mamelucca.

Visita il Museo Egizio, ospitato nel caratteristico edificio color mattone, per ripercorrere le tappe di un passato millenario in cui l’Egitto si affermò come massima cultura del mondo antico. Ne sono esempio i tesori del giovane Tut, il re d'oro, o i giganteschi monumenti dei suoi avi, il re Amnemhat e la sua amata regina Tee, che sono assolutamente da vedere.

Passeggia quindi per le vie del centro, ripercorrendo l’epica trilogia del Cairo di Mahfuz, e senti pulsare lo spirito del Cairo, che permea questi luoghi da secoli. La vista notturna del Nilo cairota è un brivido romantico, per il cuore e per gli occhi.

Al-Fustat, la parte più antica del Cairo che fu capitale ai tempi dell’antico califfato, è il “ground zero” delle vecchie e nuove capitali dello stato. Ripercorri le orme di Gesù e della Vergine Maria lungo la Via Mar-Guirguis, recati in una delle chiese più antiche al mondo, la chiesa di S. Sergio, dove la Babilonia egiziana offrì loro rifugio o apprezza la serenità che regna nella più antica moschea d’Africa, eretta da Amr Ibn Al As.

All'interno delle mura, all'ombra delle fortificazioni della cittadella di Saladino, spiccano le gloriose decorazioni della grande Moschea di Mohamed Ali, capace di nutrire l’occhio al pari dell’anima.

Dall'altra parte della città, nel quartiere di Al Azhar, ha sede la più antica università e si sviluppa l’antico nucleo della città fatimide, di cui rimangono maestosi tratti di mura: le porte di Al Fotouh e Al Nasr, e la grande via El Moezz.

Addentrati nello suq di Khan El Khalili, ma prima di andare per botteghe alla ricerca di regali per i tuoi cari riprendi le forze con un fiteer, specialità da forno orientale simile alla pizza. E dopo le compere, rilassati al Fishawy Café con un caffè o un tè verde alla menta.

In nessun altro posto al mondo è possibile tuffarsi nel passato come al Cairo: una città antica ma giovane di spirito.