La sventurata Rosalie Moller, luogo di grandi immersioni

Aggiunto il mar 12, 2018

Raggiungendo l'estremità meridionale del Canale di Suez nell'autunno del 1941, una nave gettò l’ancora in uno dei cosiddetti ancoraggi sicuri. Questo ancoraggio specifico era chiamato "Safe Anchorage H." 

I piloti tedeschi erano riusciti ad ampliare il loro raggio d'azione, e il 6 ottobre individuarono e colpirono la Thistlegorm. Poiché le bombe colpirono il deposito di munizioni, l'esplosione fu così potente che illuminò per un momento il cielo notturno ed espose ai piloti l'altra sfortunata nave, la Rosalie Moller. Più tardi tornarono sul luogo, attaccarono e affondarono la sventurata nave.
La Rosalie Moller ha subito lo stesso destino della Thistlegorm, il che in seguito ha portato molti subacquei a credere che i due relitti fossero strettamente correlati, anche se avevano poco a che fare l'uno con l'altro. In origine una nave mercantile, la Rosalie Moller fu chiamata in servizio all'inizio della seconda guerra mondiale, come molte altre navi britanniche. La sua missione finale era quella di trasportare un intero carico di carbone gallese ad Alessandria, ma con le potenze dell'Asse che controllavano il Mediterraneo, l'unica rotta percorribile era quella del Sudafrica, del Mar Rosso e del Canale di Suez.
Dopo la guerra, le materie prime scarseggiavano, e in tutto il Golfo di Suez molte navi perse furono sollevate e recuperate, mentre altre vennero rimosse poiché costituivano un pericolo per la navigazione.
In due registri indipendenti e separati, la Rosalie Moller figura come "sollevata e smontata" dopo la Guerra, anche se non è mai stata smontata!
Questo fantastico relitto del Mar Rosso permette ai sub di completare immersioni molto profonde. Il relitto del Rosalie Moller è una grande immersione in profondità adatta solo ai subacquei esperti. È possibile immergersi con un unico serbatoio normale o con attrezzature per un immersione tecnica per un tempo di fondo protratto.
Ci sono molte specie marine diverse da vedere, e ciò la rende un'immersione molto interessante. Data la profondità e le dimensioni del relitto, i subacquei dovrebbero cercare di condurre più immersioni per esplorare il relitto e, idealmente, dovrebbero essere fatte diverse visite per dare un’occhiata da vicino all’imbarcazione.
All'interno dei vari locali, i sub possono trovare i molti pesci cardinali, così come i pesci vetro, avannotti di fucilieri e barracuda dalla coda gialla che si riuniscono sul ponte della nave. Il carango gigante e il tonno si trovano anche sul piano di calpestio e intorno ad esso, se si è alla ricerca dei pesci più piccoli sul relitto.